Corrispondenza postale nei trasporti

A partire dal Secondo Dopoguerra nella penisola italiana si inizia a sperimentare il trasporto della corrispondenza postale attraverso i mezzi di trasporto pubblico della città. Questa esigenza nasce per incrementare i servizi postali del paese nel periodo dell’immediata ricostruzione post-bellica.

Non era la prima volta che i servizi postali venivano esercitati anche attraverso i mezzi di trasporto: delle piccole cassette compaiono già nell’Ottocento, nelle stazioni ferroviarie e agganciate alle fiancate dei treni. Inoltre alcuni di essi funzionavano come dei veri e propri uffici postali.

Un esempio può essere ricondotto ad un rotabile storico di proprietà della Fondazione FS. Si tratta della “Carrozza bagagliaio postale Serie DU 93.000 Tipo 1939”.

Il vagone è stato esposto in occasione dell’apertura dell’Officina Squadra Rialzo Milano Centrale avvenuta durante le XXVII Giornate di Primavera FAI a marzo 2019.

Figura 8: Carrozza Serie DU 93.000 Tipo 1939 (Fonte: foto dell'autore, 2019)
Figura 1: Carrozza bagagliaio postale Serie DU 93.000 Tipo 1939 (Fonte: foto dell’autore, 2019)
Figura 9: Carrozza Serie DU 93.000 Tipo 1939 (Fonte: foto dell'autore, 2019)
Figura 9: Cassetta postale sulla carrozza Serie DU 93.000 Tipo 1939 (Fonte: foto dell’autore, 2019)

La carrozza bagagliaio risale al 1939 ed è stata costruita dalla Piaggio in due esemplari durante il periodo dell’Autarchia. Le fiancate sono state realizzate con lamiere di acciaio inox.

All’interno si trova l’ambiente per il capotreno, il comparto bagagli ed un ufficio postale completo di casellario e buca per le lettere[1].

Figura 3: Interno della carrozza Serie DU 93.000 Tipo 1939 (Fonte: Catalogo rotabili bagagli e postali della Fondazione FS, autore sconosciuto, data sconosciuta, pag. 12)
Figura 3: Interno della carrozza Serie DU 93.000 Tipo 1939 (Fonte: Catalogo rotabili bagagli e postali della Fondazione FS, autore sconosciuto, data sconosciuta, pag. 12)
Figura 10: Carrozza Serie DU 93.000 Tipo 1939 (Fonte: foto dell'autore, 2019)
Figura 4: Carrozza Serie DU 93.000 Tipo 1939 (Fonte: foto dell’autore, 2019)
Figura 10: Carrello ferroviario con valigie e sacchi postali (Fonte: foto dell'autore, 2019)
Figura 5: Carrello ferroviario con valigie e sacchi postali (Fonte: foto dell’autore, 2019)

Oltre ai treni, le lettere e i pacchi a partire dal Novecento vengono trasportati attraverso degli aeromobili cargo.

Figura 6: Trasporto postale aereo (Fonte: Aircargoitaly, autore sconosciuto, data sconosciuta)
Figura 6: Trasporto postale aereo (Fonte: Aircargoitaly, autore sconosciuto, data sconosciuta)

Al fine di incrementare il movimento della corrispondenza, sui mezzi del trasporto pubblico locale furono installate delle piccole cassette postali. Esse misuravano circa 30 centimetri in larghezza, 43 in altezza e 17 in profondità. Il materiale utilizzato era di ferro per poter resistere alle condizioni atmosferiche e ai sobbalzi dei veicoli.


Il servizio dava la possibilità al singolo cittadino di poter affrancare una lettera, cartolina o raccomandata nella cassetta prima di entrare nel mezzo pubblico.
Le cassette erano installate alla prima porta delle linee tramviarie, autobus e linee filoviarie: è importante ricordare che solo alcune linee dedicate svolgevano questo servizio.

Figura 7: Cassetta postale installata su un tram di Milano matricola 1664 (Fonte: Flickr, autore Tim Boric, 1977)
Figura 7: Cassetta postale installata su un tram di Milano matricola 1664 (Fonte: Flickr, autore Tim Boric, 1977)
Figura 8: Cassetta postale installata su un tram di Milano matricola 1695 (Fonte: Flickr, autore Tim Boric, 1977)
Figura 8: Cassetta postale installata su un tram di Milano matricola 1695 (Fonte: Flickr, autore Tim Boric, 1977)

Si decise di utilizzare le linee di trasporto pubblico che passavano davanti alle stazioni ferroviarie. Nei pressi della stazione, un impiegato delle Poste svuotava la cassetta oppure la ritirava e la portava all’Ufficio Postale della stazione ferroviaria.

Figura 9: Tram milanese della linea 26 con matricola 5132 senza la cassetta postale (Fonte: Flickr, autore Jean-Henri Manara, 1967)
Figura 9: Tram milanese della linea 26 con matricola 5132 senza la cassetta postale (Fonte: Flickr, autore Jean-Henri Manara, 1967)

Successivamente altri addetti smistavano la corrispondenza e la consegnavano ai treni dedicati.

Figura 10: Lavorazione dei pacchi nel centro “Poste Ferrovia” alla Stazione di Roma Termini  (Fonte: sito web Poste news, autore sconosciuto, 1960)
Figura 10: Lavorazione dei pacchi nel centro “Poste Ferrovia” alla Stazione di Roma Termini (Fonte: sito web Poste news, autore sconosciuto, 1960)

Negli anni Cinquanta il servizio era attivo in diverse città italiane. I Comuni di Napoli, Milano, Torino, e Roma utilizzavano il servizio denominato “Avviamento celere” o conosciuto anche come “Posta Celere”.

Figura 11: Servizio di Posta Celere su un tram di Roma (Fonte: sito web Poste news, autore sconosciuto, 1961)
Figura 11: Servizio di Posta Celere su un tram di Roma (Fonte: sito web Poste news, autore sconosciuto, 1961)
Figura 12: Un cittadino mentre usa la cassetta postale (Fonte: sito web Il Postalista, autore sconosciuto, data sconosciuta)
Figura 12: Un cittadino mentre usa la cassetta postale (Fonte: sito web Il Postalista, autore sconosciuto, data sconosciuta)

Al posto del servizio tramviario, nelle città di Trento, Reggio Calabria, Catania, Bari e Palermo fu attivato il servizio con autobus.

Figura 13: Cassetta postale installata su un autobus (Fonte sito web Poste Italiane, autore sconosciuto, data sconosciuta)
Figura 13: Cassetta postale installata su un autobus (Fonte sito web Poste Italiane, autore sconosciuto, data sconosciuta)

Inoltre alcuni autobus furono utilizzati per il trasporto della corrispondenza direttamente da Poste Italiane e non dalla società del trasporto pubblico locale.

Figura 14: Autobus postale FIAT Lupetto (Fonte: Censimento di Fotografia Italiana - Archivio Storico di Poste Italiane, autore sconosciuto, data sconosciuta)
Figura 14: Autobus postale FIAT Lupetto (Fonte: Censimento di Fotografia Italiana – Archivio Storico di Poste Italiane, autore sconosciuto, data sconosciuta)
Figura 15: Autobus postale FIAT 306 (Fonte: Censimento di Fotografia Italiana - Archivio Storico di Poste Italiane, autore sconosciuto, data sconosciuta)
Figura 15: Autobus postale FIAT 306 (Fonte: Censimento di Fotografia Italiana – Archivio Storico di Poste Italiane, autore sconosciuto, data sconosciuta)

Nel periodo del boom economico la corrispondenza passa da 3 miliardi di cartoline e lettere del 1951 ai 5 miliardi del 1960. Le ragioni oltre al boom sono dovute anche alla diminuzione dell’analfabetismo ed anche ad un incremento degli affari e dei viaggi.

Il servizio postale sui mezzi pubblici venne dismesso tra la fine degli anni Sessanta e l’inizio degli anni Settanta.

Figura 16: Ritiro della corrispondenza (Fonte: sito web Ilclanmariapia, autore sconosciuto, data sconosciuta)
Figura 16: Ritiro della corrispondenza (Fonte: sito web Ilclanmariapia, autore sconosciuto, data sconosciuta)

Nel capoluogo lombardo il servizio durò anche durante gli anni Settanta e fu dismesso nel 1979[2].

Figura 17: Tram postale milanese nel 1971 (Fonte: Forum Skyscrapercity Milano Storia dei Trasporti Pubblici, autore sconosciuto, 1971, pag. 1458)
Figura 17: Tram postale milanese nel 1971 (Fonte: Forum Skyscrapercity Milano Storia dei Trasporti Pubblici, autore sconosciuto, 1971, pag. 1458)
Figura 18: Tram milanese dipinto nel colore “arancio ministeriale” con la cassetta postale (Fonte: Flickr, autore Jean-Henri Manara, 1977)
Figura 18: Tram milanese dipinto nel colore “arancio ministeriale” con la cassetta postale (Fonte: Flickr, autore Jean-Henri Manara, 1977)

NOTE:

FONTI (ULTIMA CONSULTAZIONE 25.09.2020):

30 pensieri su “Corrispondenza postale nei trasporti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...