Cottage

Un cottage è una tipologia abitativa presente in Gran Bretagna, Stati Uniti d’America, Canada ma anche nei territori scandinavi ed in alcune comunità montane delle Alpi. 🏔️

L’abitazione, secondo il “Dizionario Enciclopedico per la progettazione”, viene definita come una casa di campagna dagli aspetti pittorici[1].  

In questo articolo verrà approfondito il modello britannico 🏡🇬🇧

Figura 1: Cottage nel villaggio di Biddenham, nei pressi di Bedford in Inghilterra (Fonte: foto dell’autore, 2019)
Figura 1: Cottage nel villaggio di Biddenham, nei pressi di Bedford in Inghilterra (Fonte: foto dell’autore, 2019)

Durante il periodo storico del Medioevo, i cottage erano di proprietà del “Signore del maniero”, il quale lo concedeva al proprio lavoratore all’interno della Signoria feudale. Il cottage aveva una piccola quantità di terreno agricolo circostante, circa due-tre acri i quali corrispondono a circa un ettaro. Il contadino doveva provvedere al mantenimento del cottage nonché dei terreni adiacenti.

L’immobile inoltre aveva delle dimensioni molto piccole oltre all’utilizzo di materiali architettonici non di prima scelta. Alcuni esempi sono la presenza di mattoni o travi di legno visibili oppure la costruzione del tetto privilegiando la paglia. Quest’ultima era largamente utilizzata in aree geografiche dove la coltura principale era il grano. Invece nella Cornovaglia grazie alla presenza dell’ardesia, il tetto veniva rivestito con questa tipologia di roccia.  

Figura 2: Cottage nel villaggio di Biddenham, nei pressi di Bedford in Inghilterra (Fonte: foto dell’autore, 2008)
Figura 2: Cottage nel villaggio di Biddenham, nei pressi di Bedford in Inghilterra (Fonte: foto dell’autore, 2008)

Durante la Rivoluzione Industriale nuove categorie sociali iniziano ad andare ad abitare nei cottage: si tratta dei tessitori e dei minatori.

Negli anni successivi a seguito dell’emanazione di diversi atti da parte del Parlamento Inglese, il proprietario del cottage acquisisce maggiori diritti per quanto concerne la proprietà dell’immobile. Inoltre, viene abrogato il diritto di detenzione dei terreni circostanti all’abitazione da parte del contadino.  

Figura 3: Cottage nel villaggio di Biddenham, nei pressi di Bedford in Inghilterra (Fonte: foto dell’autore, 2008)
Figura 3: Cottage nel villaggio di Biddenham, nei pressi di Bedford in Inghilterra (Fonte: foto dell’autore, 2008)
Figura 4: Cottage nel villaggio di Biddenham, nei pressi di Bedford in Inghilterra (Fonte: foto dell’autore, 2008)
Figura 4: Cottage nel villaggio di Biddenham, nei pressi di Bedford in Inghilterra (Fonte: foto dell’autore, 2008)

Oggi la costruzione di un cottage ricalca le idee progettuali del 1870 ad opera degli Architetti Richard Norman Shaw e George Devey.  

L’immobile deve conservare gli elementi del passato e l’autenticità storica come, ad esempio, i mattoni o la tipologia del tetto. Le dimensioni non devono essere eccessive: all’interno gli standard di costruzione prevedono due camere per piano. Un elemento caratteristico degli interni è la presenza di grandi camini, costruiti in pietra o con mattoni decorativi. Di solito i camini sono posizionati nella parte anteriore della casa e vengono abbelliti con portafiori. È importante ricordare che le canne fumarie dei camini devono essere ben visibili sui tetti delle abitazioni.

Le porte dell’ingresso sono ad arco o semicircolari e presentano guarnizioni metalliche incorporate. Gli infissi hanno una grandezza modesta e nella maggior parte dei casi sono reclinabili.

Alcuni cottage hanno al loro interno il cosiddetto “penty”. Esso è formato da una sola camera con una varietà di ambienti.

Figura 5: Cottage nel villaggio di Biddenham, nei pressi di Bedford in Inghilterra (Fonte: foto dell’autore, 2019)
Figura 5: Cottage nel villaggio di Biddenham, nei pressi di Bedford in Inghilterra (Fonte: foto dell’autore, 2019)

L’importanza del cottage nella cultura inglese è anche per la riproduzione di piccoli modelli in scala di vere abitazioni. L’azienda scozzese “Lilliput Lane” a partire dal 1982 e fino al 2016 ha riprodotto diversi cottages sia inglesi ma anche scozzesi. Inoltre, la produzione riguardava anche diverse riproduzioni dell’architettura inglese come ad esempio le chiese.

Figura 6: Alcune riproduzioni di Cottage inglesi degli anni Novanta (Fonte: foto dell’autore, 2021)
Figura 6: Alcune riproduzioni di Cottage inglesi degli anni Novanta (Fonte: foto dell’autore, 2021)

NOTE:

  • [1] Manca, 2007.

FONTI (ULTIMA CONSULTAZIONE 15.01.2021):  

23 pensieri su “Cottage

  1. La sola idea di vivere in un cottage mi affascina, per il verde circostante e per la sensazione di “casa” che un appartamento moderno sa offrirti solo in parte. Il cottage mi fa immaginare una vita meno stressata e più a contatto con la natura, oltre ad avere una struttura che già esteticamente invita alla tranquillità.

    Piace a 1 persona

    • Condivido pienamente. È uno stile di vita abitativo molto differente rispetto al nostro.

      In Italia prevalgono soprattutto appartamenti piuttosto che piccole case private come ad esempio delle villette.
      Il contatto con la natura è molto presente nelle abitazioni del Regno Unito, non solo nei cottage ma anche in altre tipologie di abitazioni chiamate “detached house” e “semi-detached house”.

      Un altro aspetto da considerare riguarda la differente posizione dell’immobile. In Italia di solito le case private come ad esempio le villette sono un pochino distanti dal centro abitato. In Inghilterra invece i cottage di possono trovare sia all’interno del centro città ma anche in aree periferiche.

      In ultimo, le caratteristiche dell’immobile come ad esempio la presenza di un camino, maggior privacy ma con soffitti più bassi rispetto agli standard italiani.

      Piace a 1 persona

    • In Italia il reddito medio pro/capite è calato a precipizio negli ultimi 30 anni, il reddito netto è di poco sopra al livello di sussistenza, e di conseguenza l’appartamento è diventato il solo obiettivo raggiungibile per molte famiglie.
      Per cui dimentichiamoci pure dei cottage, se non si hanno dei risparmi messi da parte.

      Piace a 1 persona

  2. Pingback: La casa di campagna: il cottage – Il bello di Casa

    • Ciao Melina! Mi ha fatto tanto piacere che hai condiviso il mio articolo nel tuo blog 🙂 Quando scrivo mi piace molto curare i dettagli di ogni cosa: dalla stesura del testo, alle didascalie delle immagini fino alle fonti.

      Passerò volentieri nel tuo blog 😉

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...