Lago di Carezza

Ha collaborato all’articolo Sara Lomi con le fotografie e nei paragrafi tra la figura 1 e 2 e tra la figura 4 e 5.

Il lago di Carezza è un piccolo lago alpino situato geograficamente nell’area protetta della Val d’Ega a 1˙534 metri sopra il livello del mare nel Comune di Nova Levante. Esso è distante 25 chilometri da Bolzano nel Trentino Alto Adige.

Il lago si estende ai piedi del gruppo montuoso delle Dolomiti 🏔️ chiamato Latemar, vicino all’omonima foresta. 🌳🌲

Figura 1: Panorama del lago (Fonte: foto di Sara Lomi, 2020)
Figura 1: Panorama del lago (Fonte: foto di Sara Lomi, 2020)

Il lago di Carezza, noto anche come “la perla delle Dolomiti o Lago Arcobaleno”, è davvero uno scrigno di bellezza e colori. Una wilderness dove non si scorge traccia alcuna di insediamento umano, sebbene nel corso degli anni sia divenuto luogo di turismo. Conserva ancora intatta la sua splendida bellezza, originata dai giochi di luce e dai riflessi che proiettano, come in un quadro, le file di verdi pinete e le impervie cime dolomitiche nelle acque del lago. ⛰️

Figura 2: File di verdi pinete e le Dolomiti (Fonte: foto di Sara Lomi, 2020)
Figura 2: File di verdi pinete e le Dolomiti (Fonte: foto di Sara Lomi, 2020)

Le acque sono alimentate dalle risorgive della catena montuosa ai piedi del lago. 🏞️ Le dimensioni massime dello specchio d’acqua sono di 4 ettari e variano in base alle stagioni oltre alle condizioni climatiche. Nel corso della Primavera, dopo lo scioglimento della neve sulle Dolomiti, il lago raggiunge la sua massima espansione: circa 300 metri di lunghezza e 140 metri di larghezza.

Durante la stagione estiva, le acque rimangono ad una temperatura decisamente molto fredda per la balneazione: la temperatura media di agosto è di soli 13 gradi centigradi.

Invece in Inverno, le temperature portano ad una notevole diminuzione delle dimensioni fino quando il lago diventa completamente ghiacciato. 🌨️❄️

Anche la profondità varia in base al clima: durante il mese di ottobre è di 6 metri ma arriva a raggiungere i 22 metri in inverno.

Figura 3: Dettaglio delle sponde ai piedi del lago (Fonte: foto di Sara Lomi, 2020)
Figura 3: Dettaglio delle sponde ai piedi del lago (Fonte: foto di Sara Lomi, 2020)

Come detto precedentemente, il lago è chiamato anche “Lago Arcobaleno” 🌈 per via dei colori riflessi nella luce del sole. Questo nome particolare è legato alla storia della statua della ninfa o sirena presente nello specchio d’acqua. 🧜🏻‍♀️

La leggenda narra che:

«Un giorno una bellissima sirenetta viveva nelle profondità del lago e con il tempo si innamorò del mago Masarè.

Egli chiese alla strega Lanwerda dei consigli per poter conquistare la bellissima ninfa. L'incantatrice consigliò al mago di travestirsi da venditore di gioielli e di creare con quest'ultimi un arcobaleno dal Catinaccio fino al Latemar.

 Il mago, purtroppo, si era dimenticato di travestirsi e fu visto dalla sirenetta che da quel momento si sommerse nel lago per sempre e non si fece più vedere.

Il mago per la rabbia buttò tutti i gioielli che formavano i colori dell'arcobaleno all'interno del lago.»

Il lago è una delle più famose destinazioni turistiche del Trentino Alto Adige. Per poter osservare il panorama e le diverse sfumature del paesaggio, sono presenti diversi percorsi escursionistici. 🚵

Figura 4: Vegetazione vicino al lago (Fonte: foto di Sara Lomi, 2020)
Figura 4: Vegetazione vicino al lago (Fonte: foto di Sara Lomi, 2020)

Nell’autunno 2018 l’area fu colpita dalla Tempesta Vaia ha sradicato numerosi abeti, ed ancora oggi se ne scorgono i segni. Rimane però un luogo unico dal punto di vista paesaggistico – naturale, ragion per cui i fotografi di tutto il mondo qui vi giungono alla ricerca dello scatto perfetto. 🌄

Figura 5: Area del lago colpita dalla Tempesta Vaia (Fonte: foto di Sara Lomi, 2020)
Figura 5: Area del lago colpita dalla Tempesta Vaia (Fonte: foto di Sara Lomi, 2020)

FONTI (ULTIMA CONSULTAZIONE 12.04.2021):

35 pensieri su “Lago di Carezza

  1. Pingback: Le diverse sfumature del paesaggio | Gianluca Brescia blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...